Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

R.Ippolito ‘Delitto Neruda’ Parco memoria San Pietro Infine con Simona Sparaco

  • Scritto da CULTURACOMUNICA

Roberto Ippolito autore Delitto Neruda Chiarelettere a San Pietro Infine ottobre 2022È un luogo che testimonia orrore e sofferenza: nel Parco della memoria storica di San Pietro Infine nel Casertano, Roberto Ippolito presenta "Delitto Neruda", il libro pubblicato da Chiarelettere che smonta la versione ufficiale della morte attribuita a un tumore. Sabato 29 ottobre 2022 alle 18.00 conversa con lui la scrittrice e sceneggiatrice Simona Sparaco, nella chiesa di San Michele Arcangelo con origini nel Cinquecento appena restaurata. L'evento è introdotto dal sindaco Antonio Vacca, alla presenza delle autorità istituzionali del territorio.

La verità da sapere, la sacralità della pace, le violazioni dei diritti umani ispirano l'appuntamento con Roberto Ippolito, organizzato dal Comune di San Pietro Infine e dalla Pro Loco Brigadiere Emilio DI Zazzo con la collaborazione della Mondadori Bookstore di Cassino. Il borgo medievale di San Pietro Infine fu raso al suolo nella seconda guerra mondiale, poco prima della distruzione di Cassino, distante pochi chilometri.

"Delitto Neruda" rivela una pagina di storia. In seguito a vaste ricerche internazionali, pagina dopo pagina, documenti alla mano, arriva alla conclusione indicata sulla copertina: "Il poeta premio Nobel ucciso dal golpe di Pinochet". Pablo Neruda morì il 23 settembre 1973, appena dodici giorni dopo l'instaurazione della dittatura militare in Cile.

I punti chiave della drammatica ricostruzione dei fatti, da cui si ricava l'impossibilità del decesso per cause naturali, vengono illustrati nel corso del dialogo tra Roberto Ippolito (autore di libri d'inchiesta best seller sulla legalità e sulla cultura come "Evasori", pubblicato da Bompiani, "Ignoranti" e "Abusivi", entrambi Chiarelettere, e anche ideatore di eventi che portano la cultura fra la gente nei luoghi più vari) e Simona Sparaco (finalista al Premio Strega 2013 e vincitrice del Premio DeA Planeta 2019, tradotta in diversi paesi, in uscita martedì 25 ottobre con il romanzo "La vita in tasca" per Solferino, dal 2020 Special Friend dell'Agenzia Onu per i rifugiati Unhcr).

Il poeta dell'amore e dell'impegno civile, amato nel mondo intero, finì i suoi giorni nella Clinica Santa María di Santiago. La stessa in cui, anni dopo, morirà avvelenato anche l'ex presidente Eduardo Frei Montalva, oppositore del regime. Con l'insediamento della dittatura di Pinochet, le case di Neruda vengono devastate e i suoi libri incendiati nei falò per le strade. Ovunque terrore e morte. Anche la poesia è considerata sovversiva. Il decesso avviene alla vigilia della partenza per il Messico, ufficialmente per un cancro alla prostata. Ma la cartella clinica è scomparsa, manca l'autopsia, il certificato di morte è sicuramente falso.

Il libro presentato nella chiesa di San Michele Arcangelo nel Parco della memoria di San Pietro Infine è scritto, come afferma la scheda dell'editore, con il rigore dell'inchiesta e lo stile di un thriller mozzafiato. Protagonista, una figura simbolo della lotta per la libertà, non solo in Cile, vittima al pari del poeta Federico García Lorca, suo grande amico, ucciso dal regime franchista.

Un importante riconoscimento a "Delitto Neruda" è stato espresso da Rodolfo Reyes, nipote di Pablo Neruda e rappresentante legale dei familiari, che ha detto: "Questa opera è un anticipo della verità giuridica che in Cile si è voluto nascondere per diversi motivi e interessi".

Add a comment

“Nude emozioni” tra versi poetici e mandala: Il libro di Anna Mozzi, Edizioni Apeiron

  • Scritto da Anita Curci

mozzi cop ante 2

Si presenta giovedì 13 ottobre 2022 ore 17:00 alla Biblioteca Diocesana in Piazza Duomo 11 a Caserta, il libro di Anna Mozzi "Nude emozioni – Un abbraccio di vita", Apeiron Editore, con il Patrocinio dell'Amministrazione Comunale della città. A discuterne con l'autrice, Lucia Monaco (Vice Presidente Fidapa BPW Caserta e docente università "L. Vanvitelli") e Virginia Iorio (docente), accompagnati dalle letture dell'attore Pierluigi Tortora e i versi musicali del maestro Peppe Romito. Saluti del Vescovo di Caserta Monsignore Pietro Lagnese, del Sindaco Avv. Carlo Marino, dell'Assessore alla Cultura dott. Vincenzo Battarra.

Autentica opera d'arte (148 pagine, euro 16,50) non solo per l'eleganza delle pagine ben rifinite, anche per i contenuti, i suggestivi mandala dell'artista Francesca Bartalini Waudby e la profonda e significativa prolegomena di Alexandra Rendhell.

Anna Mozzi dedica il libro al padre con strofe complesse, non scadenti in quella banalità che oggi ha travolto il genere letterario, nonostante la loro composizione risalga a quando l'autrice aveva appena sedici anni, due anni dopo la perdita del genitore. I versi liberi, senza rime e senza eccessi, sono il frutto di quel dolore e diventano un percorso di crescita, dove non mancano richiami all'amore, allo scorrere del tempo, alla morte stessa, di fronte alla quale non resta che trovare altre modalità di rinascita. "A mio padre, che il destino crudele precocemente mi sottrasse. A mio padre, ingenuo aedo di questo mondo vicino o lontano!", così s'avviano le pagine a tratti amare, e con una fotografia in bianco e nero di un uomo giovane che porta allegro la figliola di circa cinque anni sulle spalle. E l'omaggio palpita in ogni singola strofa, e per rendere il senso della bellezza e dell'armonia presenti in questa articolata opera, ne ho estratta una di particolare effetto: "Uno strato di polvere seppellisce ogni cosa. Un'aria mefitica, che sa di muffa e di stantìo mi solletica le narici sino ad insinuarvisi perfidamente. È solo a me nota quest'aria impalpabile, eterea e pure a volte popolata d'indistinti e sommessi vocii, di tremule figure. Non so cosa sia questo strano languore, questa voglia di piangere, di sfogarmi, di purificarmi". E anche di purificazione spirituale tratta il volume, di quella che potremmo definire catarsi dell'anima. La stessa corposa postilla, di ben otto commoventi pagine, mette fine, o dà il via – questo solo l'autrice può saperlo – ad un viaggio attraverso un dolore non ancora sopito, un dolore che accomuna l'umanità e che si può sanare soltanto con solitarie introspezioni, dove la poesia rimane l'antidoto supremo.

Uno stralcio della Postilla Sparsi frammenti d'inquietudine

(Il Desassossego di Fernando Pessoa nei miei ricordi Paterni)

"Un pomeriggio come tanti... Io e Te dovevamo andare a prendere Mamma alla stazione di Caserta, perché tornava col treno da Gricignano d'Aversa, dove insegnava... Mentre aspettavamo l'orario per uscire di casa, mi misi in piedi sulla cassapanca e Ti imposi di metterti sotto braccio con me...

Con la promessa di andare a passeggiare a piazza Carlo III per ammirare Palazzo Reale, in un sacchetto, hai messo le briciole di pane da offrire ai piccioni... Usciti di casa, all'improvviso, Ti sei fermato dinanzi alla Chiesa di Sant'Anna, Patrona di Caserta, e, meditando, mi hai detto: «Bella di Papà, ricordati sempre che noi stiamo su questa terra, ma non apparteniamo ad essa. Guarda il Cielo!»... Ho avvertito, dentro di me, un elevato senso di misticismo, sovrasenso, sublimazione indimenticabile...".

L'AUTRICE

Anna Mozzi nasce a Caserta, dove risiede. Laureata in Psicologia a Roma, nella seconda metà degli anni '70 , ha ricoperto l'incarico di psicologa nell'équipe socio-psico-pedagogica della provincia di Caserta per l'inserimento dei disabili nelle scuole. Tra un importante incarico e l'altro in ambito sanitario, nel frattempo, in nome della passione per la scrittura ha restituito il Diritto di Parola e Cittadinanza agli utenti del Dipartimento di Salute Mentale, quale fondamento e garanzia etico-politica della legge 180 del 1978 (nota come Legge Basaglia), attraverso la pubblicazione dei libri "Le rose bisogna annaffiarle se no muoiono!" (Erregraph , 2002), "...anche gli Angeli vengono alle mani..." (Cuzzolin , 2004), "La sola Grazia è l'Amore" (L'Aperia , 2007 ). Ha poi pubblicato il libro di poesie "PensieRosa" (L'Aperia, 2009), interessandosi, altresì, alla Fondazione della Psicologia di Genere, in partnership con il Dottorato di Ricerca Interpolo in Studi di Genere dell'Università di Napoli. Nel 2018, per i tipi di Apeiron Edizioni ha pubblicato il libro di poesie "Blu Oltremare" con illustrazioni originali di Francesca Bartalini Waudby.

Add a comment

LA STORIA DEL MUSEO FERROVIARIO DI PIETRARSA RACCONTATA IN UN LIBRO A FUMETTI

  • Scritto da Granato Renato

libro MUSEO FERROVIARIO DI PIETRARSAIl volume, con testi di Elia Munaò e illustrazioni di Elia Mazzantini, è stato realizzato grazie alla collaborazione tra Kleiner Flug, casa editrice fiorentina specializzata in graphic novel, IdeaMuseo e la Fondazione FS Italiane.

Con la supervisione del Museo di Pietrarsa, che ha commissionato l'opera e fornito la necessaria consulenza tecnica e storiografica, gli autori hanno dato vita, sotto forma di disegni, a personaggi immaginati come protagonisti degli aneddoti legati ai pezzi in esposizione.

Il lettore viene così portato per mano dall'anziano Giuseppe Coppola che, il 7 ottobre 1989, accompagna suo nipote Antonino a visitare il Museo appena inaugurato, lì dove sorgevano le gloriose Officine Grandi Riparazioni in cui lavorò da giovane come operaio addetto alla manutenzione delle locomotive a vapore delle Ferrovie dello Stato.

La visita diventa l'occasione per un tuffo nel passato, nella storia del Paese e delle ferrovie italiane attraverso quattro episodi dai labili confini tra realtà e fantasia e, sulla scia dei ricordi, Giuseppe finirà col porre rimedio a un piccolo errore di gioventù.

Il suggestivo scenario costituito dai padiglioni e dagli ambienti del Museo, a cavallo tra i comuni di Napoli e Portici, fa da sfondo ai racconti che ripercorrono quasi due secoli della nostra vita attraverso rievocazioni che lo stile grafico accattivante dei disegni fa rivivere portando alla luce aspetti poco noti della storia ricca e vivace di Pietrarsa.

Il volume è costituito da 48 pagine di scorrevole lettura e, fondendo didattica e fumetto, come una guida tanto inedita quanto insolita potrà accompagnare i visitatori nel corso del loro cammino tra locomotive e carrozze d'epoca.

Il libro è acquistabile dal 28 settembre al bookshop ufficiale del Museo Ferroviario e sul sito della casa editrice all'indirizzo www.kleinerflug.com.

Add a comment

IL CANDIDATO AL PULTIZER HARNAN DIAZ PRESENTATO DALL’ASSOCIAZIONE I COLORI DELLA POESIA

  • Scritto da Davide Guida

HARNAN DIAZ

Respiro letterario di alto profilo internazionale nella cittadina di Pomigliano d'Arco con la presentazione del romanzo Trust (Feltrinelli Editore) dello scrittore americano Hernan Diaz, candidato al premio Pulitzer, a cura dell'associazione "I colori della poesia"; ormai un punto di riferimento nel panorama culturale Campano.

L'evento, ripreso dalle telecamere di alcune emittenti locali, è stato coordinato da Annamaria Pianese (presidente dell'associazione) e ospitato nella sala La Distilleria dalla Feltrinelli Point della città. Relatore lo scrittore ed editorialista Mario Volpe, forte della sua lunga esperienza in campo economico e finanziario internazionale, ha tenuto alta l'attenzione del gremito pubblico presente in sala. Infatti, gli aspetti finanziari e del mondo del danaro, trattati nel testo, sono stati ben ripercorsi dal relatore a cui non è mancata l'occasione di fare un parallelismo con altri grandi scrittori americani del 900. Un calzante parallelismo che ha chiamato in causa perfino La Divina Commedia nell'intervento conclusivo affidato all'analisi letteraria della professoressa Roberta D'Ovidio dell'Istituto Matilde Serao, che si è avvicendata nelle letture di stralci del romanzo con le docenti Margherita Romano (liceo Vittorio Imbriani Pomigliano d'Arco) e Luisa Ciccone (Istituto Aldo Moro di Casalnuovo di Napoli).
Benché la partecipazione abbia fatto registrare la presenza di numerosi docenti ed esperti di lingua inglese, l'affiancamento di un interprete ufficiale (Gabriella Rammairone) ha permesso una maggiore fluidità di comprensione del libro che Mario Volpe ha definito (per la sua inedita struttura narrativa) geniale e una ginnastica per la mente. Un libro tradotto in ben trentuno lingue nel mondo i cui diritti cinematografici sono stati acquisiti dalla Paramount Film.

A conclusione, oltre ai saluti di Annamaria Pianese, che ha accennato alla nova edizione della rassegna "Scrittori in prima linea" dedicata alle scuole del territorio, la parola è passata all'assessore all'istruzione, sport, politiche giovanili e pari opportunità del Comune di Pomigliano d'Arco Anna Fiore (a cui l'associazione ha donato una copia di Trust) che, nelle veci del sindaco Gianluca Del Mastro, si è congratulata per l'impegno e l'altissima qualità profusa dall'associazione "I colori della poesia – sezione di Pomigliano D'Arco" auspicando il continuo ripetersi di eventi culturali di tale portata e assicurando il pieno sostegno istituzionale all'associazione e al suo presidente che da dieci anni, senza scopo di lucro alcuno, si rendono disponibili per il lustro artistico e culturale della città.

Add a comment

Capri: Luca Trapanese presenta il volume "Le nostre imperfezioni" al Grand Hotel Quisisana

  • Scritto da Promediacom

Locandina Luca Trapanese Capri edit Louis Molino

Nella splendida cornice del Teatro Quisisana del Grand Hotel Quisisana, martedì 4 ottobre ore 18.30 vi sarà la presentazione del libro "Le nostre imperfezioni" scritto da Luca Trapanese - assessore al Welfare per la città di Napoli - edizione Salani le Stanze.

Il romanzo ci racconta che "la vita non è una favola e ti colpisce sempre alle spalle, ma che lo stesso fa anche la felicità, arriva sempre da dove meno te l'aspetti".

La manifestazione è stata fortemente voluta ed organizzata dall'associazione Capri Senza Barriere nelle persone del presidente Michele Lembo e del vice presidente Marisa Zanichelli. Converseranno con l'autore la professoressa Anna Maria Cataldi Palombi e la dottoressa Maria Simeoli.

Con il patrocinio della Città Metropolitana di Napoli, Città di Capri, Comune di Anacapri. Con la gentile ospitalità del Grand Hotel Quisisana, Libreria La Conchiglia, Agenzia Promediacom diretta da Luigi Louis Molino.

Add a comment