Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Caprissima: arriva il reality fashion project Un format che valorizza il “Made in Italy”

  • Scritto da Mimmo Caiazza

gubJgo2wTutto pronto per la messa in onda di Caprissima, il nuovo reality fashion project che porta in TV (ed ovviamente sul web), il concetto di moda in senso più ampio, trasportato nel mondo dei sempre più diffusi reality show.

Sulle spiagge del Cilento, e più nello specifico a Capaccio (SA), dove ha sede il celebre sito archeologico di Paestum (diventato Patrimonio dell'umanità dell'UNESCO dal 1998), cinque giovanissimi tra modelle e modelli, si sono messi in gioco per un reality show nuovo, che ha messo in primo piano il Made in Italy.

Add a comment Leggi tutto: Caprissima: arriva il reality fashion project Un format che valorizza il “Made in Italy”

Conto alla rovescia per Pow-Wow Fashion Tech Week, dal 18 al 20 maggio in streaming - Il primo evento italiano dedicato alla moda e alle tecnologie applicate che accende il futuro del settore fashion

  • Scritto da Ilaria Cuomo

pow wow

È ufficialmente iniziato il countdown per il taglio del nastro della prima edizione di PowWow Fashion Tech Week, il primo evento internazionale organizzato in Italia dedicato all'innovazione e alle tecnologie applicate al mondo del fashion, del beauty e del lifestyle che si terrà gratuitamente attraverso la registrazione al sito web www.fashiontechweek.it.

Dopo Los Angeles, New York, Parigi e Berlino anche l'Italia, quindi, avrà la sua prima Fashion Tech Week che avrà luogo dal 18 al 20 maggio in modalità streaming all'interno di una fiera virtuale: la PowWow Virtual Arena, fiera digitale che ospiterà tutti i partecipanti e gli esponenti internazionali del settore grazie alla realizzazione di spazi ad hoc per workshop, sale di lavoro e networking. Non solo, saranno predisposte vere e proprie conferenze interattive con tavole rotonde e masterclass.

L'evento, infatti, ricreando un ambiente dedicato ai desk e corner per le aziende, ha tra le sue principali mission quella di mettere in contatto i principali attori dell'industria tecnologica, delle startup e della moda, per la realizzazione di nuove soluzioni di business che daranno forma al futuro del mondo fashion. Tra gli espositori di questa edizione, spiccano nomi come autoRetouch, Zakeke, Revery.AI, Threedium, AppQuality, SKMMP, Eva Engines e Bigthinx.

«PowWow è un momento di condivisione e confronto, un melting pot di conoscenze e capacità che si ritrovano nello stesso luogo, seppur virtuale, per creare nuove opportunità di crescita per il futuro del fashion industry. Una vera e propria tribù, un gruppo di pionieri tecnologici, appassionati growth-hacker e curiosi digital marketer, che vogliono farsi portavoce di questa rivoluzione tecnologica. A partecipare sarà una community internazionale e visionaria spinta dal medesimo obiettivo: mettere al centro i cambiamenti della nostra società e dell'industria moda», spiega Andreina Serena Romano, founder dell'evento.

Organizzato da Heroes S.r.l. e patrocinato dal Comune di Milano, PowWow Fashion Tech Week offrirà tanti contenuti riguardanti le applicazioni tecnologiche, la robotica, i wearable devices, l'intelligenza artificiale, la blockchain, l'innovazione di prodotto e di processo. L'attenzione, inoltre, verrà indirizzata anche sul concetto di sostenibilità poiché, negli ultimi anni, la fashion industry sta considerando nuovi modelli in grado di misurare la richiesta dei beni in base alla disponibilità delle risorse perseguendo l'obiettivo di una giustizia sociale e ripensando tutto in un'ottica di sostenibilità ambientale.

Attraverso incontri ed interviste, la kermesse esplorerà anche le esigenze dei Millennials grazie alla partecipazione degli otto content creator della celebre Defhouse, la prima concept house italiana dedicata alla crescita del talento digitale, e scoprirà i segreti più reconditi di due leggende del punk rock: Paul Cook, storico batterista dei Sex Pistols e Marky Ramone, drummer della leggendaria band Ramones. Spazio anche alla musica italiana con un'intervista introspettiva a Guè Pequeno.

La tre giorni, quindi, propone un calendario davvero ricco di contenuti e di ospiti internazionali prestigiosi del settore moda e innovazione (https://www.fashiontechweek.it/speakers/).

Sponsor principale dell'evento è Twilo (www.twilo.it), il nuovo brand di device innovativi creati per unire design, tecnologia e piacere. Un progetto visionario che nasce in Italia per cambiare il modo di vivere l'amore.

A sostenere l'evento, invece, c'è Pink - Digital Rockers - (pinkband.it), la prima creative-tech agency al mondo che digitalizza il processo di consulenza rivolta a brand, start-up ed aziende. Una piattaforma digitale in grado di unire advisor, creator e project manager.

Ma sono tanti altri i partner di questa edizione 2021: Verizon Media, RYOT, The Sustainable Mag; ANGI Associazione Nazionale Giovani Innovatori; Forum Economia e Innovazione; Le Village by CA; European School of Economics e il Fashion and Luxury Culture Department di Milano; Class eco Hub; Fashion Technology Accelerator e Fondazione Mondo Digitale che quest'anno ha scelto proprio la fashion tech week come palco per il famoso Digital Made Contest.

Mentre è Economy (www.economymagazine.it) il media partner della manifestazione, da sempre a favore dell'innovazione e delle evoluzioni professionali.

Add a comment

Pow-Wow Fashion Tech Week: nasce in Basilicata il primo evento italiano dedicato alla moda e alle tecnologie applicate

  • Scritto da Ilaria Cuomo

Locandina pow

Nasce in Basilicata, a Potenza, Pow-Wow Fashion Tech Week, il primo summit italiano a respiro internazionale dedicato all'innovazione e alle tecnologie applicate al mondo del fashion, del beauty e del lifestyle.

Organizzato da Heroes S.r.l., la società potentina promotrice tra le altre di "Heroes, meet in Maratea" (goheroes.it), Pow-Wow Fashion Tech Week, che si terrà dal 18 al 20 maggio, rappresenta un vero e proprio fiore all'occhiello della Basilicata dimostrando quanto questa Regione sia una vera e propria fucina di talentuosi professionisti ideatori di eventi internazionali ed innovativi capaci di supportare ed incentivare collaborazioni di business e di carriera a tutti i talenti del territorio.

«Per noi le radici sono fondamentali ed è giusto valorizzare le eccellenze professionali regionali e locali. Il nostro territorio, infatti, rappresenta il quartier generale di tutti i progetti ambiziosi che speriamo valorizzino, attraverso apprezzabili risultati, serietà e forte senso di appartenenza. Abbiamo sempre creduto e investito nelle potenzialità di questa regione e crediamo fortemente di poter fare ancora tanto in futuro per essa», spiega Anastasia Esther Murano, Direttore Esecutivo dell'evento e Business Development Manager.

L'evento, che si terrà dal 18 al 20 maggio, sarà gratuito e permetterà, quindi, a tutti gli amanti del mondo del fashion e del digital, di partecipare tramite una semplice registrazione al sito web www.fashiontechweek.it.

In seguito alle restrizioni dovute alla diffusione dell'epidemia di COVID19, Pow-Wow Fashion Tech Week avrà luogo in modalità streaming garantendo un'esperienza coinvolgente e più reale possibile attraverso una fiera virtuale di ultima generazione che permetterà agli ospiti di partecipare - in modalità live ed interattiva attraverso la realizzazione di un proprio avatar - ad interviste esclusive, workshop, incontri, registrazioni e live unici con esperti di sostenibilità, tecnologia e digitale del settore provenienti da tutto il mondo.

Pow-Wow Fashion Tech Week, attraverso speech, workshop e panel riguardanti le applicazioni tecnologiche, la robotica, il wearable, l'intelligenza artificiale, la blockchain, l'innovazione di prodotto e processo, la sostenibilità ed il mondo digitale, si presenta come un appuntamento democratico che ha come mission quella di mostrare al pubblico quanto la moda possa migliorare il nostro modo di vivere e quanto sia essenziale per la creazione di nuove figure professionali.

Uno dei tre giorni dell'evento verrà dedicato alle nuove generazioni in cui saranno ospiti i ragazzi della Defhouse, la prima Concept House italiana che si trova a Milano che ospita ben otto giovanissimi tiktoker under 20 con lo scopo di generare engagement attraverso la realizzazione di prodotti di qualità e successo.

Inoltre, ci sarà spazio anche per la musica che vedrà come ospiti: Paul Cook storico batterista dei Sex Pistols, la band britannica più influente della storia del punk; e Marky Ramone, conosciuto come ex drummer della leggendaria band Ramones; Guè Pequeno, rapper italiano, tra i più influenti del Paese e punto di riferimento in assoluto nel suo genere.

Tre giorni, quindi, in cui verranno programmate interviste, mostre, sfilate e tanto networking scadenzato da un ricco calendario a cui parteciperanno altri ospiti di fama internazionale come: Anouk Wipprecht, tra le designer Fashiontech più conosciute al mondo; Diletta Livi, del fondo "Alchimia Investments"; Giorgia Asti, di Spotify Italia; Gina Gulberti, di Launchmetrics; Jenny Izaguirre, di Shopify; Kerry Murphy, Founder The Fabricant; Jordana Guimaraes, Founder di Fashinnovation New York, tra le realtà internazionali più rappresentative dell'ecosistema fashion tech; Ashley Watton, di FOREO; David Clementoni; Riccardo Schiavotto, co-founder Lanieri; Fabio Moioli, di Microsoft; Leonardo Ranieri, di Miroglio Group; Céline Delaugère, ex modella internazionale e oggi a capo di una startup che si occupa di intelligenza artificiale applicata alla moda; Jacopo Sebastio, di Velasca; Benedetta De Luca, modella e influencer.

Tra i tanti partner che stanno sostenendo l'iniziativa ci sono: The Sustainable Mag; Associazione Nazionale Giovani Innovatori; Forum Economia e Innovazione; European School of Economics con il Fashion and Luxury Culture Department di Milano, Class eco Hub, Fashion Technology Accelerator e Fondazione Mondo Digitale che quest'anno ha scelto proprio la fashion tech week come palco per il famoso Digital Made Contest.

Con Pow-Wow Fashion Tech Week il tuo brand e la tua azienda possono essere protagonisti e prendere parte ad uno degli appuntamenti fashion e tech più attesi dell'anno. Un evento internazionale aperto a tutti dove l'innovazione e le nuove tecnologie incontrano il mondo del fashion, del beauty e del lifestyle ma non solo: automotive, food, benessere, servizi, progetti e tanto altro saranno al centro della comunicazione permettendo ad ogni azienda innovativa e digitale di essere promotrice di soluzioni visionarie per questi settori.

Add a comment

CONFESERCENTI CAMPANIA PUNTA AL RILANCIO DEL SETTORE “MODA”: «UNIRE LE PICCOLE IMPRESE PER ESPORTARE IL MADE IN CAMPANIA NEL MONDO»

  • Scritto da DGS

moda

Confesercenti Campania è stata coinvolta, in modo permanente, nel "Comitato d'Indirizzo Camera della Moda e del Design (Modec)" costituito dalla Regione Campania per analizzare i problemi e sostenere il rilancio del settore "moda", tra i più martoriati dalla pandemia e dalle chiusure.

«Siamo molto soddisfatti di essere presenti – commenta il presidente di Confesercenti Campania Vincenzo Schiavo – perché in questo modo daremo il nostro contributo, insieme alle altre associazioni, in un comparto in cui il Presidente della Regione Vincenzo De Luca crede fermamente e di cui vuole sostenere la ripresa. Si tratta di una categoria trainante per l'economia della Campania, con importanti marchi ma anche con tante piccole imprese che producono importanti fatturati e danno lavoro a centinaia di migliaia di persone. Per noi le piccole attività sono fondamentali esattamente come le aziende di spicco. La pandemia le ha messe in ginocchio, azzerandone gli incassi. La nostra idea è quella di unire, di "fare sistema", affinchè le piccole attività del settore si presentino insieme sui mercati mondiali, esaltando e rafforzando il "made in Campania", da sempre molto apprezzato all'estero, grazie alle tradizioni delle sartorie napoletane e di altri prodotti di pregio. Confesercenti Campania raccoglierà in questi incontri tutte le informazioni importanti per trasferirle alle piccole imprese affinchè possano raggiungere i loro obiettivi, ovvero metterle in condizioni di partecipare ai grandi eventi e al piano di rilancio voluto dalla Regione».

In questo senso oggi si è tenuto il primo incontro in Regione sul tema: «Il confronto è stato molto positivo – riferisce Lorenzo Crea, rappresentante di Confesercenti nel Modec -, la Regione Campania è seriamente impegnata per rilanciare il comparto Moda, ci aspettano alcuni appuntamenti importanti come Expo Dubai e sono in cantiere iniziative di grande livello per un settore che ha tutte le potenzialità per rilanciarsi a testa alta. Ringrazio il Presidente Schiavo per avermi indicato nel Comitato, è un grande onore».

Per il rilancio di tale settore è ovviamente fondamentale che la Campania resti in zona gialla: «Accogliamo con un sospiro di sollievo la notizia della conferma dello status sino al 9 maggio – sottolinea Vincenzo Schiavo- e continuiamo a invocare, anche da parte nostra, un atteggiamento responsabile dei consumatori nostri concittadini. Dal nostro punto di vista raccomandiamo alle nostre attività sempre la massima adesione ai protocolli anti-Covid. Restare in zona gialla significa garantire l'apertura a migliaia di aziende e il lavoro ad altrettante persone. Non perdiamo questa opportunità, non bruciamo questo vantaggio: attenzione, distanziamento, nessun assembramento. Ne va del nostro futuro, del rilancio dell'economia della nostra regione. Una nuova chiusura sarebbe una mannaia insostenibile per le nostre attività».

Add a comment

Re-think make a green wish: le sfide della moda sostenibile

  • Scritto da Serena Valeriani

green completo

La sostenibilità quale scelta responsabile e consapevole per chi ne fruisce e per chi produce. Una trasparenza su cui l'evento "Re – Think Make a green wish!" porrà particolare attenzione, rileggendo il mondo della moda in una veste molto contemporanea.

L'appuntamento è per il 22 e 23 Aprile in diretta Facebook sulla pagina di Chic Zone e in contemporanea su zoom, per parlare di moda e sostenibilità, secondhand e consumo digitale.
Con l'aiuto di esperti del settore, professori universitari, imprenditori, giornalisti, scrittori, innovatori e consulenti si parlerà di: impresa sostenibile, comunicazione digitale in ambito moda, agenda 2030, responsabilità sociale delle aziende e soprattutto si accenderanno i riflettori sulla sostenibilità ed eticità della moda. Re – Think Make a green wish sarà anche un momento di riflessione sul ruolo della comunicazione e dei nuovi media, che viaggia insieme alla crescente necessità di investire il settore educativo come parte integrante di una nuova visione dei "consumi".

"Non è un caso che questa due giorni di riflessione si svolga proprio nella settimana della "Fashion Revolution, movimento che chiede all'industria della moda maggiore trasparenza", dichiara Angela Albarano, event marketing manager, founder di Chic Zone e ideatrice dell'evento che aggiunge - "C'è bisogno di chiarezza per diventare più consapevoli di ciò che acquistiamo. Chi realizza i nostri abiti? Quali tessuti vengono utilizzati? La filiera è parte integrante del valore che vogliamo dare al nostro futuro".

Add a comment