Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Battistello Caracciolo: Una mostra per tre musei, Napoli Museo e Real Bosco di Capodimonte, Palazzo Reale di Napoli e Museo e Certosa di San Martino

  • Scritto da Diana Kuhne

battistello caracciolo

Un focus sugli affreschi della sala del Gran Capitano del Palazzo Reale di Napoli, dipinti da Giovan Battista detto Battistello Caracciolo, è dedicato, nell'ambito della mostra al Museo e Real Bosco di Capodimonte, al pittore che più di altri ha incarnato gli insegnamenti di Caravaggio, al punto da ottenere la definizione di "patriarca bronzeo dei Caravaggeschi" dal celebre storico e critico d'arte Roberto Longhi.

L'esposizione, a cura di Stefano Causa e Patrizia Piscitello, inaugurata il 9 giugno, nasce da un'idea di Sylvain Bellenger, direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte, con la collaborazione istituzionale di Mario Epifani, direttore del Palazzo Reale di Napoli, e di Marta Ragozzino, direttrice regionale Musei Campania.

A Palazzo Reale e alla Certosa e Museo Nazionale di San Martino, infatti, sono presenti opere di Battistello in un percorso espositivo legato alla mostra di Capodimonte, anche attraverso una bigliettazione congiunta per tutta la durata della mostra (fino al 2 ottobre 2022).

Al Palazzo Reale di Napoli sarà possibile visitare la sala del Gran Capitano, la cui volta fu affrescata da Battistello Caracciolo con storie del primo viceré di Napoli, Gonzalo Fernández de Córdoba detto il Gran Capitano. Per l'occasione, gli affreschi saranno valorizzati da una nuova illuminazione e dalla rimozione temporanea del lampadario, al fine di consentire una migliore lettura delle scene dipinte.

I visitatori potranno riconoscere, tra i personaggi rappresentati nel riquadro con la scena raffigurante