Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Il salernitano Ferdinando Parisi è il nuovo Presidente della Commissione Nazionale Karting Aci Sport

  • Scritto da ACI Salerno

Ferdinando Parisi con Todt FIA e Sticchi ACI

Il salernitano Ferdinando Parisi, 68 anni, di cui quasi cinquanta vissuti attivamente nel motorsport, è stato nominato dal Presidente dell'Automobile Club d'Italia Angelo Sticchi Damiani, su conforme parere della Giunta Sportiva, Presidente della Commissione Karting dell'Automobile Club d'Italia per il quadriennio Olimpico 2021-2024.

Questa Commissione, che negli ultimi sei anni è stata presieduta dal Pilota di Formula 1 e cinque volte vincitore della 24 Ore di Le Mans Emanuele Pirro, si occupa della gestione normativa ed organizzativa della disciplina sportiva "Karting", che è una delle più praticate nel settore sportivo automobilistico, contando su oltre 12.000 licenziati, circa un terzo dell'intero numero dei licenziati sportivi automobilistici italiani.

Sono circa 250 le gare di kart che ogni anno si disputano in Italia, in oltre 40 circuiti omologati su tutto il territorio nazionale.

Il Karting è altresì il primo, ineludibile, gradino dell'automobilismo sportivo; questa disciplina infatti si può iniziare a praticare, con gli opportuni accorgimenti, sin da bambini. L'età così giovanile ha prodotto molti vantaggi per la carriera di un pilota, che ora è in grado di vantare una forte esperienza agonistica già dall'età di 15-16 anni. Non è un caso che in questi ultimi anni tutti i piloti che gareggiano in Formula 1 provengono proprio dal karting, e non è un caso che siano molti i 18-20enni che ritroviamo sulla griglia di partenza della Formula 1. Di qui l'importanza di una disciplina come il karting, vero e proprio fondamento dell'attività sportiva automobilistica.

Per Parisi si tratta di un nuovo prestigioso incarico nazionale in ACI, dopo che negli ultimi due quadrienni Olimpici è stato Componente del Consiglio Sportivo Nazionale, membro della Commissione Velocità in Salita e di numerosi Gruppi di lavoro di ACI Sport; nel frattempo continua ad essere Consigliere dell'Automobile Club Salerno e della Federazione Italiana Scuderie Automobilistiche.

La storia sportiva di Ferdinando Parisi inizia negli anni '70: dopo aver praticato l'Atletica Leggera, a 23 anni inizia a correre in auto partecipando a gare in salita ed in circuito; l'esperienza successivamente gli è utile anche per essere il pilota della Safety Car del Campionato Italiano Superturismo.

Dal 1980 passa dal ruolo di Pilota a quello di Organizzatore; è tra i fondatori della Salerno Corse e nel corso degli anni organizza centinaia di manifestazioni di rilievo nazionale ed internazionale, tenendo rapporti, anche per conto della Federazione Sportiva CSAI, con Case Automobilistiche nazionali ed estere e con i più prestigiosi teams.

Si è anche occupato di comunicazione sportiva, coordinando iniziative editoriali su carta stampata e sui media TV, oltre ad essere presente, come esperto, in trasmissioni televisive su RAI, TMC, Telepiù ed altre.

Questi rapporti e conoscenze specifiche gli hanno consentito di ideare e gestire con l'Autorità Sportiva formule tecniche e sportive di ineguagliato successo, come quelle dei Campionati Civt, Civm, Superturismo del decennio tra il 1988 ed il 1997.

Una così complessa attività richiedeva ampie conoscenze e pertanto nel corso degli anni ha acquisito le licenze sportive di Commissario Sportivo, Direttore Tecnico di Scuderia, Istruttore di Pilotaggio, fino all'odierna qualifica di Istruttore Federale e Coordinatore nazionale del Progetto "Karting in Piazza": un format educativo innovativo, dedicato all'avviamento allo sport ed all'educazione stradale dei bambini della scuola primaria, che ha ottenuto grande successo ed apprezzamento anche della Federazione Internazionale dell'Automobile (FIA), tanto che il suo Presidente, Jean Todt, vi ha partecipato più volte.

Grazie a questo progetto, in cui Parisi ha riversato l'esperienza maturata sin dagli anni '80 avviando alle corse tanti giovanissimi, tra cui l'allora sedicenne Jaques Villeneuve - poi divenuto Campione del Mondo F1 e Indy Cars - negli ultimi sei anni sono stati oltre ventimila i bambini tra i 6 ed i 10 anni che hanno potuto guidare per la prima volta un kart ed apprendere i valori dello sport e le regole principali dell'educazione stradale direttamente dai Campioni dell'Automobilismo.

Tra le esperienze più recenti anche la partecipazione, quale consulente ed attore, al film breve sul mondo del Karting "Le Regole della Vittoria" coprodotto da ACI e Giffoni Film Festival, che ha avuto tra i protagonisti i giovanissimi piloti Andrea Filaferro e Gabriele Minì, ed il pilota di Formula 1 Antonio Giovinazzi.

La soddisfazione dell'Aci Salerno è grande; la nomina a Presidente della Commissione Nazionale Karting - ha dichiarato il Presidente dell'Automobile Club Salerno Vincenzo Demasi - rappresenta il giusto riconoscimento dell'impegno e della professionalità che Ferdinando Parisi ha saputo dedicare al motorsport in oltre cinquant'anni di attività a Salerno e in tutta Italia.

Add a comment

Auto e moto a basse emissioni, disponibili 700 milioni di euro di ecobonus

  • Scritto da key4biz

ricarica auto elettrica png

La mobilità sostenibile non è intesa solo zero emissioni, come nel caso dei veicoli elettrici. Ci sono diverse fasce di emissioni inquinanti e per ognuna di esse si può accedere agli ecobonus automotive.
Nuove risorse per una mobilità più pulita

Dal 1° gennaio 2021 sono disponibili 700 milioni di euro di contributi per l'acquisto di veicoli a basse emissioni inquinanti, relativi sia alle categorie dei motocicli L1 e delle auto M1, sia alla nuova categoria dei veicoli commerciali N1.

In particolare, da oggi, si legge in una nota del ministero dello Sviluppo economico, i concessionari potranno, a partire dalle ore 10:00, accedere sulla piattaforma ecobonus.mise.gov.it per inserire le prenotazioni del contributo per veicoli M1, mentre è già possibile prenotare i contributi per la categoria L.


Ecobonus per veicoli elettrici

Due le fasce principali di suddivisione dei contributi: da 0 a 20 g/km (cioè veicoli elettrici e ibridi ricaricabili dall'esterno), 6.000 euro con rottamazione e 4.000 senza rottamazione; da 21 a 60 g/km (generalmente veicoli ibridi ricaricabili), 2.500 euro con rottamazione e 1.500 senza rottamazione.

A queste potranno essere aggiunti altri 2.000 euro con rottamazione e 1.000 senza rottamazione fino al 31 dicembre 2021. In tal caso, è anche previsto uno sconto praticato dal venditore pari ad almeno 2.000 euro o 1.000 euro a seconda che sia presente o meno la rottamazione.


Contributi anche per le nuove auto a benzina e diesel

Ci sono anche nuovi incentivi per la fascia di emissioni 61-135 g/km (veicoli a carburanti tradizionali, benzina, diesel e gas), per la quale sono stati stanziati incentivi pari a 250 milioni di euro da prenotare entro sei mesi e solo tramite rottamazione.

Per questa fascia, secondo il ministero, il contributo è di 1500 euro con rottamazione. Anche in questo caso, va aggiunto lo sconto praticato dal venditore che è pari ad almeno 2.000 euro.

Add a comment

Domani 15 gennaio ore 15.30 webinar "Idrogeno, dalle parole ai fatti" con il Ceo di Smet, Domenico De Rosa

  • Scritto da Emilio D'Arco

Domenico De Rosa - SMET

Domenico De Rosa, Ceo di Smet, sarà ospite domani del webinar a cura di SMET e di FORUMAutoMotive dove si discuterà sul futuro dei trasporti e della logistica grazie alla definitiva consacrazione del carburante "green".

Domani, venerdì 15 gennaio 2021, a partire dalle 15.30, in diretta sulla pagina Facebook di Smet, andrà online lo Special Automotive Webinar dal titolo "Idrogeno, dalle parole ai fatti". L'iniziativa è promossa da FORUMAutoMotive in collaborazione con Smet Logistics e vedrà la partecipazione di un nutrito gruppo di ospiti tra cui il Ceo di Smet e presidente della Commissione Autostrade del Mare di Alis, Domenico De Rosa, per discutere sul reale futuro utilizzo di una risorsa pulita e performante come quella dell'idrogeno.

A fare gli onori di casa sarà Pierluigi Bonora, promotore di #FORUMAutoMotive, che avrà il compito di introdurre i lavori alle quali parteciperà anche il Presidente della Commissione Trasporti alla Camera dei Deputati, Raffaella Paita. Altri ospiti saranno Paolo Starce, Presidente di Unrae Veicoli Industriali, Gianandrea Ferrajoli, Presidente di Federauto Trucks, Gianluca Di Loreto, Partner in Bain & Company, Cristina Maggi, Direttrice H2IT, Giuseppe Marotta, Amministratore delegato di BeMobility e componente della European Hydrogen Alliance e Andrea Ricci, SVP Filling Stations di Snam4Mobility.

Un parterre di prim'ordine insomma per sviscerare da vicino tutti i vantaggi che l'utilizzo di motori ad idrogeno può dare ad un comparto in costante evoluzione, alla ricerca di nuove tecnologie che riescano a far convivere l'esigenza di collegamenti sempre più rapidi e distanti con il dovere morale di rispetare il nostro ecosistema. Per gli altri e per noi stessi.

I vantaggi dell'idrogeno sono tanti, a partire appunto dalla sostenibilità ambientale. La reazione chimica di una pila a combustione che utilizza idrogeno infatti, ha il pregio di produrre solo ed esclusivamente acqua. Si elimina così l'annoso problema delle emissioni nocive per l'ambiente e per la nostra salute. In più si ottimizzano i tempi e i costi del rifornimento, essendo un elemento chimico facilmente ritrovabile in natura (basti pensare alla composizione dell'acqua, fatta in parte da idrogeno) e dalle grandi performance.

Add a comment

Serie A Raffa, buona la prima per l’Enrico Millo di Baronissi. Esordio amaro per l’A.F. Accessori Moda

  • Scritto da Mario D'Amato

Enrico Millo 2021

Ha preso il via sabato 16 gennaio il campionato di Serie A della specialità Raffa. Tra le sedici squadre del torneo ci sono anche due compagini campane, inserite entrambe nel Girone 1: i vicecampioni d'Italia dell'Enrico Millo di Baronissi e l'A.F. Accessori Moda di Piazzolla di Nola.

La Millo, dopo aver sfiorato il tricolore, cedendo il passo alla Boville Marino nella finale scudetto dello scorso 18 ottobre, ha voglia di confermarsi tra le protagoniste assolute del massimo torneo e si è rinforzata con l'innesto di Alfonso Mauro, che va ad aggiungersi al poker d'assi composto dal capitano Francesco Santoriello, Mario Scolletta, Antonio Noviello e Raffaele Ferrara. Nella prima giornata, la squadra del presidente Franco Montuori, che ricopre anche la carica di tecnico, si è imposta con il punteggio di 5-3 sulla neopromossa Capitino di Isola del Liri (FR), nell'incontro disputato tra le mura amiche del bocciodromo della frazione Aiello di Baronissi.

"È stata una bella sfida – ha commentato il presidente Montuori –, la Capitino è un'ottima squadra. Con un po' di fortuna, abbiamo chiuso il primo turno sul quattro a zero, un punteggio forse un po' eccessivo perché i nostri avversari hanno giocato bene. Sono soddisfatto della vittoria, ma vorrei puntare il dito sul calo di concentrazione che abbiamo accusato nella seconda parte dell'incontro: bisognava chiudere subito i conti".

Esordio amaro, invece, per la neopromossa A.F. Accessori Moda del presidente Antonio Ferrante, che si è guadagnata il diritto di partecipare alla Serie A dominando, nella passata stagione, il Girone 3 della A2. La squadra espressione della bocciofila Kennedy, infatti, dopo aver chiuso sul 2-2 la prima parte dell'incontro, si è arresa sul campo dell'ambiziosa Nova Inox Mosciano. La compagine abruzzese, che quest'anno può vantare tra le sue fila giocatori del calibro del campione del mondo Gianluca Formicone, si è imposta con il punteggio di 6-2.

"È stata una sconfitta bugiarda – ha commentato il tecnico, Antonio Carbone –, avremmo meritato il pareggio. Siamo stati un po' sfortunati: sono contento della prestazione dei ragazzi anche se non siamo ancora in piena forma".

Nel prossimo turno, in programma sabato 23 gennaio, l'Enrico Millo farà tappa in Veneto per affrontare la Vigasio-Villafranca; l'A.F. Accessori Moda, invece, ospiterà la MP Filtri Caccialanza di Milano.

Add a comment

Mercato auto, profondo rosso a Napoli e in tutta la Campania

  • Scritto da Ezio Tavolarelli

auto

Il 2020, anno della pandemia da Covid-19, ha lasciato, in Campania, un profondo segno negativo anche nel settore dell'auto dove le vendite, sia del nuovo che dell'usato, hanno registrato una flessione a doppia cifra, insieme al dato relativo alle rottamazioni.

Secondo il bollettino statistico ACI, Auto Trend, lo scorso anno in Campania le vetture nuove iscritte per la prima volta al PRA sono state 54.141, il 20,3% in meno rispetto al 2019. Una contrazione, comunque, inferiore rispetto al -26,1% rilevato su scala nazionale. Le "prime iscrizioni" a Napoli si sono attestate a quota 25.244, pari ad una riduzione del 21,6% su base annua. In Campania la provincia con il trend peggiore è stata Avellino (-23,2%), mentre a Benevento si è registrata la flessione più bassa (-15,3%).

Non è andato meglio il mercato dell'usato. I passaggi di proprietà delle vetture di seconda mano, al netto delle minivolture (cioè i trasferimenti temporanei a nome del concessionario in attesa della rivendita al cliente finale), nella nostra regione, sono stati 250.909, ovvero il -12,7% in confronto al 2019. Anche in questo caso la diminuzione è stata più bassa rispetto al -13,8% registrato in Italia. Le auto che hanno cambiato proprietà a Napoli sono state 125.905, pari ad una diminuzione del 13,6 per cento: il dato peggiore in Campania insieme a quello di Benevento. A Caserta, invece, si è registrata la flessione più contenuta: -9,7%.

Negativo anche l'andamento delle auto radiate dal PRA. Nel 2020, in Campania le vetture cancellate dal Pubblico Registro Automobilistico dell'ACI sono state 100.934, il 9,3% in meno rispetto al 2019. A livello nazionale, la contrazione è stata, invece, del 15%. Nella provincia di Napoli le auto tolte dalla circolazione sono state 49.881, ovvero il 9,4% in meno rispetto all'anno precedente. Solo a Caserta si è osservato un dato in controtendenza (+0,2%), mentre Avellino spicca per la maggiore flessione (-15,4%). Sulla base di questi dati risulta che il tasso di sostituzione in Campania è pari a 1,86: vale a dire che per ogni 100 auto nuove ne vengono cancellate dalla circolazione 186, praticamente il doppio rispetto al resto d'Italia dove questo indicatore è pari a 0,91.

"Com'era logico attendersi il 2020 si è rivelato un anno per il mercato dell'auto e non solo, commenta il Presidente dell'ACI Campania, Antonio Coppola. I modesti incentivi governativi introdotti sono andati subito esauriti e, perciò, non sono riusciti ad arrestare, ma nemmeno attenuare, il crollo delle vendite. Mai come in questo momento serve un piano ad ampio raggio capace di dare nuova linfa ad un settore trainante della nostra economia, incoraggiando gli acquisti di vetture più ecologiche e, nel contempo, lo smaltimento di quello duro e nocivo costituito dalle auto obsolete (solo a Napoli il 46% di quelle circolanti è ante Euro 4). Proprio in questo periodo di pandemia - conclude Coppola - l'auto si sta dimostrando anche il mezzo più sicuro dal rischio contagio e, perciò, meritevole di maggiori tutele, sia a livello nazionale che locale, nell'ambito di un sistema di mobilità complessivo in cui la priorità resta, comunque, il potenziamento e miglioramento del trasporto pubblico, soprattutto quello su ferro ".

Add a comment