Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

"Ninna Nonna", il singolo che anticipa il nuovo album, “Blues in my soul”, fuori il 16 aprile in tutti gli store digitali

  • Scritto da Chiara Ricci

NinnaNonna 30

È disponibile su Youtube, il singolo "Ninna Nonna", brano che anticipa il nuovo disco – l'ottavo al suo attivo – del vocalist e compositore napoletano, Carlo Lomanto: realizzato dal regista Giorgio Molfini, il videoclip è un affettuoso omaggio alla nonna, figura tra le più significative della sua infanzia. Un tuffo nel passato, un ritorno alle origini, a quando, da ragazzino, Carlo iniziava a strimpellare la chitarra, e lo faceva ascoltando, tra gli altri, i dischi di Edoardo Bennato e Pino Daniele: e quando si parla di radici – si sa – non si può non celebrare il blues, quel genere musicale da cui tutti gli altri inevitabilmente prendono vita. È questo, e tanto altro, dunque, "Blues in my soul", il nuovo album di Carlo Lomanto, in uscita venerdì 16 aprile su tutte le piattaforme digitali.

Dice Carlo Lomanto di "Ninna Nonna":

«Si tratta di un blues lento, scritto insieme a Fabio D'Andrea, e dedicato alla memoria di mia Nonna Emilia, una figura per me molto importante, una specie di seconda mamma, la cui prematura scomparsa – aveva solo 67 anni – è stata la mia prima vera esperienza di perdita. Una presenza, la sua, che, nonostante il passare degli anni, sento ancora molto forte».

Add a comment

Da oggi venerdi 9 aprile 2021 “Una Storia Dark” di Alessio Ventura è l’inno alla normalità inclusiva dalla Campania al resto d’Italia

  • Scritto da Annalisa Tirrito

immagine dal video Una Storia Dark

E' un progetto ampio che riguarda Nord e Sud Italia, quello dell'Associazione Cascina Blu Onlus, perchè Marco Elviri e Luisa Di Biagio, non badano ai luoghi, piuttosto ad aiuti concreti, così dalla provincia di Benevento, operano in tutt'Italia e anche oltre, per sostenere genitori e ragazzi autistici. Dall'incontro con Professionisti e genitori autistici il progetto si arricchisce diventando la prima realtà in Italia che affida la totale Responsabilità dei Progetti e via via sempre più ruoli a professionisti e genitori autistici.

Ma questa è solo la premessa, infatti Cascina Blu Onlus con il patrocinio AIDO, da oggi venerdi 9 aprile 2021, presenta in diretta sui propri canali facebook il brano "Una Storia Dark" ispirato alla raccolta di racconti "Teste di Zucca", edito da Edizioni Creativa. Un brano significativo e motivante, quasi un inno per chi ha la sensibilità di accogliere un argomento per molti ritenuto scomodo. L'autore Filippo Di Biagio è un ragazzino di 12 anni autistico, dislessico, disortografico e discalculico che attraverso la scrittura di brevi racconti horror ricostruisce a suo modo il mondo che lo circonda. Sono storie di amicizia, di poesia ma anche di rivincita nei confronti dei bulli che lo hanno vessato.

Attorno a questo dualismo ruota la canzone che alterna strofe cupe e serpeggianti a ritornelli dal ritmo ballabile in cui la fantasia di Filippo raggiunge la sua acme. Autore e voce del brano è Alessio Ventura, (Festival di Sanremo 1994, 1995, 1996, 2004 con Dhamm e DB Boulevard) che in collaborazione con Romano Musumarra ne ha curato anche l'arrangiamento.

Coordinatore artistico del progetto è Giacomo Serafini. Pescarese, laureato allo IULM di Milano ed art director pubblicitario, da cantante e cantautore è stato finalista a Sanremo Giovani on line 2009 e Sanremo Nuova Generazione 2010. La regia del videoclip "Una storia dark" è ad opera di Marta Coco & Alessio Ventura. Marta Coco giornalista, regista, fotografa, e videomaker sarda, dopo aver condotto per dieci anni il programma "Fantasia" su TeleCostaSmeralda, oggi lavora alla realizzazione di videoclip musicali in collaborazione con il marito Alessio Ventura.

Il testo di "UNA STORIA DARK" è firmato da Daniele Giannotti. Autore, laureato in Farmacia ed informatore medico scientifico, si definisce un "onnivoro musicale", con predilezione per il cantautorato italiano. Le maschere/opere artistiche protagoniste del video sono di Patrizio, romano, classe 1978, per gli amici "Ozio" un artista, scultore, disegnatore, un rappresentante di emozioni, un dissenziente, un motivatore, un creatore di sogni. Nel suo portfolio da designer e creatore di pagine ci sono anche copertine di dischi e marchi aziendali.

E non finisce qui per Cascina Blu, infatti altro lodevole progetto con è Edizioni Dissensi, è il corso gratuito on line di Didattica Inclusiva sul tema artistico, musica e letteratura, dal titolo: La Gestione del Laboratorio di Scrittura dell'Orrore come strumento di integrazione e per l'educazione emotivo-affettiva. Percorso rivolto a docenti ed educatori e altri professionisti dell'educazione o della relazione di aiuto che si occupano di dinamiche evolutive, di gruppo, di apprendimento e di gestione di gruppi lavoro.

Add a comment

BLUE CHANNEL, debutto con il singolo “The Great Magician” che anticipa l'album del duo "urban/neo-soul"

  • Scritto da Giulio di Donna

blue channel2

Le Blue Channel sono Maria ed Emanuela Negri, due sorelle di origine brasiliana rispettivamente classe 1997 e 1999.
Giovanissime si trasferiscono in Italia integrandosi perfettamente nel nuovo contesto sociale in cui vengono amorevolmente accolte e in poco tempo sviluppano le loro attitudini musicali. Studiano e imparano velocemente l'italiano, l'inglese e il napoletano; senza dimenticare la lingua madre, ma soprattutto il canto jazz e gospel.

La storia musicale delle Blue Channel è legata indissolubilmente a quella del producer salernitano Massimiliano D'Alessandro, in arte Max Dale. Con lui Maria ed Emanuela iniziano un percorso formativo che le porta nel 2018 a registrare i primi brani presso il Sound Club Studio per arrivare ai giorni nostri con un sound maturo che fonde generi black come Urban/R&B/Neo-Soul con arrangiamenti minimali tipici del suono elettronico tedesco.

Da oggi è disponibile in rete il primo singolo dal titolo "The Great Magician". Il brano, dal sapore kubrickiano, si apre riportando alla mente immagini oniriche e cupe. Già nel titolo, "Il Grande Mago", il duo esprime la volontà di connettersi con il mondo del mistero. Ma questa prima parte "oscura" viene improvvisamente interrotto da rime Rap che danno vita al tema del "doppio", molto caro alle due protagoniste. Attraverso questo dualismo, sia sonoro che etico, e in maniera ironica prendono in giro la scena Trap le cui tematiche troppo spesso vengono rappresentate in maniera superficiale, sessista e priva di valori.

Add a comment

"NOTTI DI LUNA BLU" il primo singolo di LUCIA. La musica che salva

  • Scritto da Luciana Moscariello

cover-nottidilunablu-lucia-600x600

"Notti di luna blu" è il primo singolo di Lucia, giovane cantautrice campana al suo esordio discografico su etichetta ed edizioni Suono Libero Music.

19 anni, originaria di Vico Equense, ma già le idee chiare su ciò che intende comunicare, racconta così la nascita del brano: "Non è una canzone d'amore, ma una canzone di gratitudine. Intendo ringraziare tutte le persone che mi hanno aiutata ad uscire dal buio, dalla depressione".

E' chiamato il "male oscuro" ed è un tema importante e coraggioso, soprattutto se a parlarne è una giovane donna. La depressione, in epoca di pandemia per covid-19, e prima ancora con la sovraesposizione da social, è una problematica più frequente di quanto se ne parli.

Lucia ha affrontato e vinto la sua battaglia, e racconta così la nascita del suo primo singolo: "Era una notte invernale come tante, ero immersa tra i miei pensieri ed i miei sogni, giravo le pagine del mio diario, d'un tratto mi soffermai su di una frase tratta da un libro. Questa mi ricordò una persona che qualche anno prima, vedendo una ragazza spaventata da tutto le disse: <>. Quella ragazza ero io e questa frase è stata fondamentale, mi ero chiusa in una gabbia, senza sapere che ero io a custodirne le chiavi".

Appassionata di poesia e disegno mostra subito attitudini artistiche tanto che, a soli 5 anni, si divertiva a musicare i versi dei poeti elementari e, poco dopo, ad imitare i quadri del bisnonno pittore ispirati a Frida Kahlo, Caravaggio, Van Gogh e Leonardo Da Vinci. Nella musica trova la sua dimensione espressiva primaria: "La musica per me è la risposta a tutto ed è ciò che mai mi ha lasciato sola".

Nel 2018 debutta artisticamente a Casa Sanremo, selezionata tra i 100 finalisti nazionali, interpretando due colossi del cantautorato italiano. Luigi Tenco, che proprio della depressione fu vittima, con la sua "Mi sono innamorato di te" e Roberto Vecchioni . Lucia ha un amore viscerale anche per Fabrizio De Andrè.

La canzone, prodotta ed arrangiata da Nando Misuraca , con un videoclip firmato dalla regia di Claudio D'Avascio e distribuzione Believe Digital, vuole essere uno sprone a credere nella forza dei propri sogni: "Nelle mie canzoni parlo di me, delle mie emozioni e delle sensazioni che vivo, sperando che questo possa essere d'aiuto a chi si trova a lottare, ogni giorno, per una vita migliore".

Add a comment

Su Youtube "Ci hanno rotto il karma" il nuovo video-singolo dei Radio Lausberg con la partecipazione del compianto Erriquez voce e anima della Bandabardò

  • Scritto da Giulio di Donna

radio lausberg2

Da oggi è disponibile sulla piattaforma Youtube il nuovo videoclip dei Radio Lausberg la band lucana che da anni collaborava con Erriquez della Bandabardò.

Poco prima della sua triste scomparsa il frontman della band toscana aveva magistralmente ultimato la produzione del prossimo album del gruppo capitanato da Giuseppe Oliveto. Il loro è un sodalizio artistico durava da anni ma interrotto bruscamente ha trascinato anche i Radio Lausberg in un oblio doloroso congelando il nuovo progetto discografico che oggi, in sua memoria, è pronto a ripartire.

Ci hanno rotto il Karma sarà sarà disponibile in tutte le piattaforme digitali ed in radio date dal 14 aprile 2021 (a due mesi esatti dalla scomparsa di Enrico) e rientrerà nel secondo album del gruppo "Maschere Umane" di prossima pubblicazione per Vrec/Salty Music (distribuzione Audioglobe).

Come per il precedente anche questo album è un percorso musicale che ha come scopo rivalutare il patrimonio linguistico-sonoro dell'intera area del massiccio del Pollino (Basilicata), definita "Terra di Mezzo".

L'approccio e il recupero sistematico delle tradizioni porta verso una reinterpretazione del repertorio stesso operando arrangiamenti sobri, senza snaturare l'essenza della vocalità e dello strumentario impiegato nella produzione dei brani. L'essenza e il corpus dell'ensamble è la sua poliedricità passando dall'acustico popolare e all'acustico colto, non disdegnando sonorità elettriche e sperimentali.

In questo solco artistico Erriquez si era perfettamente integrato sposando in pieno il progetto e cullando, con tutta la sua gentilezza e profonda anima artistica, la visione musicale dei Radio Lausberg.

Di seguito il pensiero di Giuseppe Oliveto circa il rapporto con Erriquez:
"Cos'è stato Erriquez per me? Si potrebbe scrivere e raccontare dei tanti fatti accaduti e vissuti insieme, ma è difficilissimo sintetizzare in pochi pensieri l'affetto vero, quello sincero che non si chiede ma si ottiene e si dà, senza troppi perché come tutto fosse già detto e così spontaneamente deciso dal primissimo incontro.
Ci provo: Enrico è stato un vero Maestro, un amico sincero, un riferimento straordinario. Colui che ha saputo tirar fuori da me forze che sentivo di avere ma che non riuscivo ad esprimere.
Erriquez è stato la chiave di lettura dei miei sogni di musica, il seguito delle mie buone intenzioni, il modellatore delle mille idee, il moderatore dei miei incalzanti desideri di note. Dei suoi insegnamenti porterò con me la sua voglia di libertà, l'umiltà, il suo costante "ce la puoi fare", il rispetto per il lavoro tenace che porta sempre ad un risultato sudato e meritato, la passione di migliorarsi, la gioia di sorridere, sempre.
Aver lavorato con lui è stato il più bel master di vita che potessi desiderare di frequentare.
Oggi e per sempre Grazie Maestro, Giùggiù".

Add a comment