Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Port’Alba, ecco il nuovo album di Achille Campanile

  • Scritto da Giancarlo Piccolo

Copertina CD copyPort'Alba, l'album d'esordio di Achille Campanile conquista il web con un flusso di emozioni e suggestioni oscuro e affascinante. Passato, presente e poesia si intrecciano in una composizione artistica che incanta l'ascoltatore, che porta a riscoprire i luoghi dell'anima, i deserti interiori, gli umori celati e spesso rarefatti.
«Quest'album» dichiara entusiasta il giovane musicista «è un omaggio alla città più bella del mondo, Napoli! Vorrei che tutti assaporassero la magia delle sue strade, l'incanto dei suoi luoghi, le affascinanti tradizioni della mia terra. Ho scelto questo titolo perché, per me, Port'Alba rappresenta il cuore pulsante della mia città, il filo rosso che trafigge e oltrepassa ogni mia canzone!».
Nato da un'intensa passione per la letteratura, Port'Alba spazia dal pop al rock, fino ad arrivare alla musica celtica e medievale.

Achille Campanile copy
«Ho tratto ispirazione dai grandi del passato» aggiunge l'autore «Umberto Saba, Eugenio Montale, Italo Calvino sono solo alcuni dei nomi ai quali mi sento più legato. L'ambiente universitario, la lettura di numerosi testi e l'amore incondizionato per Fabrizio De André hanno guidato le corde della mia chitarra e mi hanno aiutato a comprendere la grandezza e l'importanza dell'amore e del ricordo.

Memento, per esempio, quinta traccia della playlist, vuole e tende a sottolineare proprio questo, quanto sia importante rievocare le nostre esperienze passate. Dvandva, invece, vuole evidenziare l'essenzialità dell'amore. Questa parola, così strana, deriva dall'antico Sanscrito e significa due a due, testa a testa, e ci permette di comprendere quanto sia importante l'equilibrio e l'amore sincero fatto di purezza e rispetto».
Registrato presso l'associazione e casa discografica Illimitarte, con gli arrangiamenti del Maestro Raffaele Cardone, l'album propone una magnifica copertina realizzata dall'artista Elisabetta Biondi, colei che ha curato anche tutte le altre opere dell'intero booklet. Il progetto fotografico è, invece, a cura del giovane Giovanni Allocca, mentre la grafica è frutto del lavoro di Silvia Campanile.
«Devo ringraziare di cuore chi ha creduto in me e in questo sogno» conclude Achille Campanile al nostro giornale «a partire dalla prof.ssa Silvia Acocella, docente di letteratura italiana contemporanea presso l'Università di Napoli "Federico II". Mi ha trasmesso, con il suo fare, un vero e proprio amore per la letteratura e mi ha permesso di cantare alcuni dei miei brani durante le sue lezioni. Nel cassetto ho ancora molto altro da proporre ma, adesso, voglio dedicarmi solo alla promozione del mio CD. Seguiranno, dal mese di settembre, una serie di eventi. Probabilmente, parteciperò al Premio Tenco e a vari contest musicali. Mi dedicherò a promuovere il disco a Cercola (NA), mia città natale, a Villaricca (NA), presso l'associazione culturale e musicale Illimitarte, e nel cortile di un magico e incantevole Palazzo di Napoli che, per il momento, ancora non posso svelare».
È possibile seguire Achille Campanile sui canali social Instagram e Facebook e acquistare "Port'Alba" nei migliori store musicali online o sul sito web www.achillecampanile.it.