Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Piazza Bellini: le mura greche coperte da un telo bianco. “La storia non diventi una pattumiera per rifiuti”

  • Scritto da ROSALIA GIGLIANO

piazza bellini telo mura greche1..Napoli, piazza Bellini: siamo al limite dell'indecenza e del rispetto delle "cose antiche". Ebbene sì...perché così vengono considerate le mura greche conservate da secoli in questa piazza di Napoli: elementi architettonici che non vengono risparmiati dagli incivili che ne fanno un vero e proprio "cestino dell'immondizia", gettandovi rifiuti di ogni genere.
Millenni di storia che l'incuria di pochi fa diventare un qualcosa da considerare semplicemente "una cosa come le altre".
Ma a questo scempio, la città non ci sta: per questo, come documentano le foto, da qualche giorno un telo bianco di plastica copre e protegge le mura greche, dal lancio di rifiuti di plastica e di bottiglie di vetro.
C'è anche un cartello affisso: "Delitto al centro storico".


piazza bellini telo mura grecheUn gruppo di una trentina di cittadini, stanchi della sporcizia che invade il patrimonio culturale, e un gruppo di studenti di Urbanistica, hanno posto questo manifesto e spiegato così le motivazioni del telo bianco sulle rovine greche: "Le istituzioni non ci ascoltano. Questo è stato l'unico metodo per farci sentire. Speriamo che adesso ci diano segnali positivi perchè questo patrimonio on può andare in rovina in pochi giorni, dopo che resiste qui da migliaia di anni" – spiega Marcello Cadavero, consigliere della II^ Municipalità.
Un flash mob è stato organizzato anche dall'associazione "Riscatto urbano" proprio per far porre l'attenzione su questo scempio.
"E' il segno dell'inciviltà dei frequentatori della movida del posto che quotidianamente gettano rifiuti di ogni genere e bottiglie di vetro nel sito. Abbiamo ripulito più volte le mura greche di piazza Bellini, raccogliendo quintali di vetro e di rifiuti, ma non è servito a niente. L'inciviltà delle persone ha destituito ogni volontà di ridare dignità a questo sito. Il flash mob è un po' macabro, è vero, simboleggia la copertura di un cadavere con le lenzuola bianche. Vogliamo però dare un segnale forte: chiediamo alla Regione Campania e al Comune di Napoli di valorizzare non solo le mura greche ma tutto il patrimonio cittadino, che resta l'unica risorsa economica immediatamente fruibile sul territorio" – conclude Cadavero.
Al flash mob hanno preso parte numerosi cittadini e residenti della piazza. La provocazione è accompagnata da una protesta rivolta alla Soprintendenza: il telo bianco resterà fin quando qualcuno non darà un segnale concreto, per evitare che la storia diventi una pattumiera per rifiuti.