Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

Incidente perchè non si ferma all'Alt: ferite due donne

  • Scritto da Redazione

Ambulanza-1Incidente causato dal suo non fermarsi all'alt.
Monte di Procida: in manette un 44enne, residente al corso garibaldi, accusato di resistenza a pubblico ufficiale e di lesioni personali colpose.

 

L'uomo, già noto alle forze dell'ordine, che percorreva via Giuglio Cesare a Bacoli alla guida di una Fiat Punto, non si è fermato all'alt impostogli dai carabienieri ad un posto di controllo, dandosi alla fuga.

Inseguito dai militari, il 44enne si è lanciato in un folle corsa durante la quale ha prima superato pericolosamente numerosi veicoli su tratti stradali dove non è consentito il sorpasso, per poi impattare frontalmente, in una curva presa invadendo la corsia opposta di marcia, contro una Ford Fiesta guidata da una 19enne, che aveva a bordo anche la madre 58enne.

Tutte le persone coinvolte nel sinistro sono state soccorse con l'ausilio di personale del 118 e portate all'ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli. Alla 58enne i medici hanno diagnosticato una frattura scomposta dell'omero sinistro, guaribile in 35 giorni. La vittima è stata ricoverata nel reparto di ortopedia. La giovane figlia ha, invece, riportato vari traumi, guaribili in 7 giorni.

Il 44enne arrestato, si è, invece fratturato il setto nasale e si è procurato un'infrazione ad una costala. La sua auto era scoperta di polizza assicurativa obbligatoria ed è stata sequestrata. L'uomo è stato dimesso e portato in tribunale per il rito direttissimo.

Il giudice l'ha condannato a un anno di reclusione con pena sospesa, subordinando la sospensione della pena alla prestazione di attività lavorativa non retribuita a favore della collettività per un periodo di otto mesi.