Questo sito fa uso di cookie di terze parti per la memorizzazione di dati statistici e pubblicitari.

logo
Menu
Login RSS

SAN FRANCESCO SAVERIO CHE PREDICA AI MARIGLIANESI

  • Scritto da Elisabetta Mauro

15328122 10209398718319004 1753030244 nIl 3 dicembre si festeggia San Francesco Saverio, pioniere delle missioni di propagazione del cristianesimo in Asia, un colosso dell'evangelizzazione in Cina ed in Giappone, catechista tra i pescatori indiani di perle, una spinta missionaria fervente ed inflessibile. Ed è proprio San Francesco Saverio, Patrono d'Oriente, il protagonista della maestosa tela che adorna il soffitto dell'antica chiesa Collegiata Santa Maria delle Grazie di Marigliano. La tela "San Francesco Saverio che predica alle Indie" è opera del pittore, scultore ed architetto napoletano Domenico Antonio Vaccaro che si occupò del lussuoso apparato decorativo del tetto, del transetto e dell'altare maggiore della chiesa mariglianese.


Fu proprio il Comune di Marigliano, nel 1732, a commissionare al versatile artista napoletano, la realizzazione della tela che avrebbe adornato il soffitto a crociera della chiesa. Il lavoro di Vaccaro, artista a cavallo tra Barocco e Roccocò, fu pagato con una cifra da record e la sola tela di San Francesco Saverio costò al comune 100 ducati. Il fine dei rappresentanti del Comune, infatti, voleva essere, attraverso i dipinti di Vaccaro, quello di rappresentare il benessere economico e sociale raggiunto dalla comunità di Marigliano agli inizi del '700.
Esiste anche un prezioso bozzetto della tela dedicata a San Francesco Saverio, un quadro in scala ridotta, uno schizzo che di approssimativo ha ben poco e che l'8 dicembre 2016 sarà oggetto di un'asta da Sotheby's. La casa d'aste inglese, tra le più importanti e con centinaia di filiali sparse per il mondo, si occuperà dell'asta del bozzetto di Domenico Antonio Vaccaro di proprietà del marchese di San Nicola di Spagna. Una delle tele più pregevoli di Vaccaro che rischia di depauperare il bagaglio artistico italiano andando in mani straniere.
Pare, tuttavia, che il Consiglio Comunale di Marigliano abbia accolto l'amareggiato appello di un nutrito gruppo di cittadini mariglianesi intenzionati a battersi affinché la tela preparatoria rimanga nella cittadina napoletana, verificando la fattibilità per la partecipazione all'asta di Sotheby's.